giovedì 3 settembre 2009

notiziario del mattino

Mi preparo un caffè prima di uscire e accendo la tv per riconnettermi col mondo. Ascolto: Berlusconi vuole far causa all’Unità per diffamazione e se vince sarà una nuova era nei rapporti fra politica e giornalismo, un’era vecchia di ottant’anni. Migliaia di poveracci in sciopero perché buttati fuori dalla scuola, molti miei amici fra loro, sanno che non risolveranno niente marciando ma comunque si aggrappano alla debole speranza che se stiamo insieme ci sarà un perché. Intanto a Napoli un gruppo di minorati psichici, o branco di stronzi se preferite, ha ripetutamente abusato di una ragazzina e quando senti una cosa così cosa puoi dire? Che forse le ronde non sono poi una così cattiva idea, soprattutto se ben armate, e nemmeno la castrazione chimica ma se lo dico non mi riconosco e allora sto zitto e mi bevo il mio caffè e mi affaccio sul giardino e vedo il sole e non ho voglia di andare a lavorare e mi chiedo se serve a qualcosa andarci e mi dico che il mondo è troppo feroce e soprattutto va troppo veloce per me e c’è il sole e quasi quasi stacco la spina dal mondo stamattina e me ne vado in campagna a rubar fichi. Fino a domani.

12 commenti:

Navarre Raee ha detto...

Beato Lillo! Io al massimo posso rubare nei supermercati!

giardigno65 ha detto...

che invidia ! ruberò pure io due susine claudie per solidarietà!

manu ha detto...

ci mancano degli ingredienti, ma ne abbiamo anche molti di più. siamo di un'altra epoca, rispondiamo ad altre domande. però, dài, ci si vuole bene per questo. o no? buon settembre, buon anno. :-*

☆Vale ha detto...

Io vorrei rubare un appartamento e veder strisciare gli speculatori...


Ronde?
Mi sanno di camice nere, nerissime.

Navarre Raee ha detto...

Le migliori Ronde sono le Ronde contro le Ronde!

marian. ha detto...

ma le ronde ci sono già, almeno in alcuni territori gestiti dalla multinazionale della camorra&company!!!
quanto all'inciviltà per me è che chi è civile continua da sempre a stupirsi di chi non lo è, di chi campa con la scusa della politica, o di chi distrugge ciò che altri cercano di creare col sudore della fronte e delle ascelle.
pensa agli antichi greci. non erano forse anche loro, fondamentalmente, dei fancazzisti che con la scusa di governare e pensare, facevano smazzare gli altri.

lillo ha detto...

gran furto di fichi ragazzi! e senza incontrare ronde in giro! la campagna è davvero lenitiva di qualsiasi problema o paturnia...

promuovo anche io le ronde contro gli speculatori!

☆Vale ha detto...

Ciao Lillo,
ti rispondo qui.
Indarno vuol dire inutile, in vano.
È sia aggettivo che avverbio.
Stavo (ri)leggendo i Canti di Giacomo Leopardi,in particolare
L'ultimo canto di Saffo, che a un certo punto fa cosí:
"E tu cui lungo
Amore indarno, e lunga fede, e vano
D'implacato desio furor mi strinse,
Vivi felice, se felice in terra
Visse nato mortal."

Ho scritto una poesia (ovviamente di quelle che non stanno sul blog) con quella parola e penso che sia proprio bella,dico poeticamente.
E la parola batticuore non esiste in spagnolo, forse in nessun'altra lingua, nè indarno per cui batticuore indarno è proprio una condizione :)

Scusa se mi sono dilungata.

lillo ha detto...

no no tranquilla ;)

la madonna del petrolio ha detto...

lillo, appena alzato devi guardare al massimo spongebob o pure morning su mtv (lo fanno ancora?), o l'oroscopo di paolo fox che a quanto mi dicono c'azzecca sempre. la cronanca no.

lillo ha detto...

mi sa che hai ragione tu... la cronaca mi sta un pò indigesta...

Anonimo ha detto...

Perche non:)