venerdì 8 gennaio 2016

lamentazione inutile

Pensavo che ho scritto una raccolta di poesie belle, civili, incazzate, una cosa seria, che ho messo insieme in cinque anni di lavoro e in cui mi prendevo addirittura la briga di insultare Renzi insieme a tutta la Democrazia Partitica senza peli sulla lingua. Titolo della raccolta: Bestiario Fiorito. Pensavo che ho addirittura trovato un artista serio, incazzato, che mi presta una sua opera per la copertina. Pensavo che mi sono detto un po' di tempo fa: "stavolta faccio le cose per bene, provo a mettermi in gioco, così invece che pubblicarmela io la raccolta, la invio a qualcha altra casa editrice", e proprio per mettermi in gioco ho cominciato da case editrici più grandi, dove non conoscevo assolutamente nessuno, per vedere come andava. Ho mandato la raccolta a una quindicina di case editrici. Pensavo di avere un curriculum che un minimo potesse garantire sulla qualità del mio lavoro. Sono passati cinque mesi. Non mi ha ancora risposto nessuno, nemmeno per dirmi lascia perdere, sei querelabile. Penso che comincerò a perdere le speranze.

2 commenti:

amanda ha detto...

:(

tentare, nuoce ha detto...

Io temo che la speranza—la inventata e al non sapersi mai di un accadere—abbia soltanto una lapide e nasca morta

Un saluto