lunedì 19 settembre 2016

ciampi

Ricordo di aver letto su una biografia che Carlo Azeglio, ex presidente della repubblica, fu cugino dell'assai più anarchico e giovane Piero. E pensavo che fra le tante domande che non gli hanno mai fatto, sarebbe stato carino chiedergli se i pranzi di famiglia finivano in rissa oppure in silenzio, e, se parlavano, di che parlavano quei due, e se litigavano mai per la poesia, e se si incontrarono mai, anche solo una volta, per caso, nei pomeriggi inutili e perduti sul porto di Livorno.

2 commenti:

amanda ha detto...

Cugini?

lillo ha detto...

par di sì