mercoledì 12 gennaio 2011

ultime al cuore

A volte mio cuore
il desiderio di te è tanto forte
da straziarmi negli angoli
bui che a raccontarti non riesco
da piantarmisi in gola
come un nocciolo duro
un male oscuro che cresce
incurabile assurdo testardo
macchiandomi il canto di sangue
nell’estremo sconforto
sangue di chi passato
appena prima di me
trascorso nel mondo alla vita
ha proteso la mano per dirmi
ricorda che anch’io, per te, sono stato.
E io, cuore, io
c’ero? Ma per te forse no tu diresti.

5 commenti:

amanda ha detto...

ben tornato struggente Lilluzzo da cuore colmo di desiderio, lascia che canti senza farlo sanguinare

Daniela. ha detto...

commento con due citazioni:
stella variabile
senza sangue.

un bacio

giacynta ha detto...

soffrire di non soffrire...
Ciao, Lillo!
Giacinta

amanda ha detto...

che fine ha fatto l'orchestra?

petrolio ha detto...

Gli unici due che sanno perdonarsi. Forse…