martedì 29 settembre 2015

cosa mai potrà portarci il tempo...

Cosa mai potrà portarci il tempo
se non il rinsecchirsi delle dita ed il silenzio
più buio nel lento avanzare dell’inverno?
Non certo l’esperienza od il conforto
di un ultimo improvviso amore offerto
a un cuore più maturo. Ecco. Noi qui
si vive soli per sentirsi meno soli
di fronte alla speranza che tradisce.
Perché soltanto attraverso la poesia
ritorna tra le dita il verde che non tace.

3 commenti:

marian. ha detto...

cosa mai potrà portarci il tempo infatti? in bel niente di niente se non se stesso rimbambito anni e anni dopo. E quel verde tra le dita, che sia erba buona per farci pascolare le capre almeno!!! Viva (nel senso congiuntivo del verbo) la poesia, viva!

cristiana2011 ha detto...

Allora non ho speranze.
Apprezzo la poesia, ma sono negata a scrivere dei versi.
Già mi rendo conto che le dita si rinsecchiscono.
Cristiana

amanda ha detto...

stupendo quel "verde che non tace"